Macchinario per magnetoterapia: guida all’utilizzo

Macchinario per magnetoterapia: guida all’utilizzo

La magnetoterapia è una pratica che prevede l’uso di campi magnetici per trattare determinate condizioni di salute, ad esempio in caso di fratture ossee, dolori articolari, muscolari o muscolo-articolari e malattie scheletriche come l’osteoporosi.

Si ritiene in questi casi che l’esposizione di parti del corpo umano a campi magnetici abbia effetti benefici.

I magneti per la magnetoterapia possono creare campi magnetici di due diverse tipologie: a bassa frequenza (compresa tra i 5 e i 100 Hz) o ad alta frequenza (compresa tra i 18 e i 900 MHz). Naturalmente la scelta della frequenza dei campi magnetici dipende dalla condizione di salute che si deve curare.

Solitamente si utilizza la magnetoterapia a bassa frequenza quando occorre favorire l’assimilazione del calcio, per rinforzare l’apparato scheletrico e proteggerlo da problematiche come l’osteoporosi e quando si deve stimolare la calcificazione ossea, per accelerare i tempi di guarigione di una frattura ossea.

La magnetoterapia ad alta frequenza è indicata per favorire la circolazione sanguigna e ridurre gli stati infiammatori, allo scopo finale di alleviare la sensazione dolorosa.

Gli apparecchi per la magnetoterapia comprendono: una console computerizzata, dei cavi di collegamento e due magneti. La console computerizzata genera l’energia da infondere, attraverso i cavi, ai magneti, affinché quest’ultimi creino il campo magnetico. La console inoltre permette di regolare la frequenza del campo magnetico risultante.

La macchina a bassa frequenza è composta da una fascia all’interno della quale sono presenti dei dischi dove è presente il cosiddetto avvolgimento, ossia un solenoide che genera il campo magnetico. Avvolgendo la fascia nella zona da trattare si genera un campo magnetico circolare che avvolge l’intera zona. Ad esempio, in caso di artrosi al ginocchio, si posiziona la fascia attorno al ginocchio e in questo modo si coinvolge tutta l’articolazione.

Lo strumento di magnetoterapia a bassa frequenza più venduto in Italia è l’I-Tech Mag 2000, oggi nella versione PREMIUM con doppia fascia, con due uscite che possono essere collegate contemporaneamente, per trattare le ginocchia nelle stesso momento. Le fasce di Mag 2000 Premium possono essere applicate su tutte le zone del corpo affette da dolori acuti o cronici, infiammazioni, e altre patologie

Mentre per quanto riguarda l’alta frequenza, uno dei più usati in ambito domestico è il MAG 1000, dotato di 1 applicatore terapeutico irradiante contenuto all’interno di una comoda fascia con elastico. I suoi 20 programmi preimpostati consentono di agire sulle più svariate patologie, semplicemente selezionando il programma con la frequenza desiderata. MAG1000 è l’apparecchio ideale per il trattamento delle patologie a carico dei tessuti molli come muscoli, tendini, cute e nervi, in patologie come tendiniti, flebiti, sciatalgie, ernie e per recupero funzionale da traumi e contusioni. Inoltre, MAG1000 è indicato per i ritardi da calcificazione.

Ultimo nato nella famiglia magnetoterapie è Globus Magnum L, un apparecchio per magnetoterapia a campi magnetici pulsati a bassa frequenza. Questo innovativo dispositivo offre la possibilità di trattare, grazie agli 8 programmi disponibili, le patologie in modalità profonda o anche solo in superficie grazie al suo speciale solenoide nato dalla ricerca Globus con la collaborazione dei più importanti studi di fisioterapia

L’approfondimento della sperimentazione di tali terapie ha permesso la loro estensione di utilizzo per il trattamento di tutta una serie di processi degenerativi di perdita di massa ossea e altri problemi muscolari, cutanei e ossei. La bassa presenza di effetti collaterali rende la Magnetoterapia una tecnica terapeutica molto versatile.

Scopri qui gli apparecchi per la magnetoterapia Medisan!

N.B. Le indicazioni terapeutiche riportate non costituiscono, ovviamente, elenco esaustivo. Per consigli o soluzioni personalizzate chiamaci allo 011.323067 o inviaci un’e-mail a medisan@medi-san.com.

0 Comments